Constatazione amichevole: un tabù per il 50% degli automobilisti

0

Solo il 50% degli italiani lo compila correttamente

Il modulo di constatazione amichevole è “difficile” da compilare per 1 conducente su 2.

  modulo constatazione amichevole

Cos’è il modulo di constatazione amichevole?

Detto anche CAI (Constatazione Amichevole di Incidente), CID (Convenzione di Indennizzo Diretto) od anche “modulo blu” (per il colore della tipica copertina che lo avvolge) è il modello di denuncia di incidente riconosciuto ufficialmente dalla Legge (Art. 5 Legge 39/77); si tratta di un documento non obbligatorio ma molto utile da avere in auto in caso di incidente per raccogliere tutti gli elementi, utili alle Compagnie Assicuratrici, al fine della liquidazione dei danni subiti dai veicoli ed in caso di modeste lesioni riportate dalle persone coinvolte nel sinistro stradale.

E’ la modalità più semplice e rapida per richiedere l’indennizzo nei casi di incidente stradale in cui:

  • è chiara la dinamica del sinistro, cioè come si è verificato il danno
  • l’incidente ha cagionato solo danni ai veicoli o lesioni non gravi alle persone coinvolte
  • il modulo è compilato in tutte le sue parti ed è sottoscritto da tutti i conducenti.

responsabilità incidente stradale

E se non viene firmato da tutti i conducenti?

Qualora uno dei conducente si rifiuti di firmare il “modulo blu”, il modello non può essere utilizzato come “constatazione amichevole” di incidente, ma consente comunque di denunciare alla propria Compagnia Assicuratrice che è avvenuto un incidente, fornendo nel contempo alcuni utili elementi di quanto accaduto. In questo caso consiglio vivamente di documentare l’incidente attraverso lo scatto di significative fotografie, utili per poter determinare successivamente le cause del sinistro (la c.d. “dinamica”, cioè come è accaduto), le relative responsabilità e, di conseguenza, l’ammontare del risarcimento per i danni subiti.

 E’ facile da compilare?

domanda

A guardare le statistiche si direbbe proprio di … NO, con qualche debita eccezione.

Un’indagine promossa qualche anno fa dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, nota compagnia di assicurazione presente on line, ha dimostrato come:

  • il 30% degli automobilisti, nonostante conosca come compilare il modulo di constatazione amichevole, in caso di incidente, a causa dello schock, ansia, stato di agitazione indotte dall’evento, uniti al comportamento della controparte, manifesta una certa difficoltà nel seguire tutti i passi per la compilazione del “modulo blu” con conseguente commissione di errori o dimenticanza di dati, talvolta significativi (ad es. la targa dell’auto di controparte)
  • il 7% degli automobilisti, colti dal panico o dalla paura, cercano un aiuto chiamando un familiare per essere indirizzati su come fare
  • il 7% degli automobilisti, in disaccordo con la controparte sulle cause e sulle colpe dell’incidente che li vede coinvolti, rifiuta di compilare il modulo di constatazione amichevole e richiede l’intervento di una pattuglia della polizia, carabinieri o polizia locale
  • il 6% degli automobilisti, commettendo una leggerezza, si limita ad annotare solo la targa del veicolo di controparte
  • il restante 50% degli automobilisti dichiara invece di essere in grado di compilare in modo corretto il “modulo blu”.

Altri dati significativi sono come i conducenti veronesi (36%), fiorentini (35%) e romani (31%) siano tra coloro che sbagliano maggiormentela compilazione del modulo, mentre il 12% dei palermitani utilizzi un familiare da casa per farsi aiutare, così come il 13% dei bolognesi hanno maggiormente fiducia nel far rilevare l’incidente alla polizia locale, mentre il 23% dei milanesi nei frangenti successivi l’incidente è colto da ansia panico e shock.

 E se commetto qualche errore?

Il modulo di constatazione amichevole è, a tutti gli effetti, un documento di riconoscimento dell’incidente, utilizzato dalle compagnie assicurative per determinare la stabilire le cause dell’incidente, attribuire le responsabilità e, di conseguenza, i giusti risarcimenti.
Il “modulo blu”, firmato dai conducenti coinvolti, risulta vincolante così come le dichiarazioni ed i dati indicati non possono essere cambiati o modificati successivamente, anche invocando lo stato di ansia o di shock del momento.

Uno sbaglio, un’omissione od un dato non corretto può compromettere la ricostruzione della corretta dinamica e di conseguenza l’attribuzione di responsabilità, così come il tempo e l’ammontare del risarcimento.

 Fonti: Centro Studi e Documentazione Direct Line

messaggio promozionale

Una “X” non indicata o messa nella casella sbagliata, indicare il veicolo “A” quando invece era “B” possono portare dalla “ragione” alla “colpa”, con conseguente attribuzione dell’incidente, dunque nessun risarcimento, aumento di classe CU e prossimo premio dell’assicurazione ben più caro.

Posso tutelarmi anche in questi casi?

SI!!!

Con Telecamera Difesa Automobilista, una dash cam per auto che registra quanto accade attorno al veicolo, si tutelano le persone, il conducente, il proprio veicolo in caso di incidente stradale ed in altre situazioni, perchè riprende quanto accade vicino al veicolo e un video … vale più di 1000 parole!

alcune Telecamere Difesa Automobilista

alcuni modelli della gamma
Telecamera Difesa Automobilista e Motociclista

Montare una Telecamera Difesa Automobilista richiede pochissimo tempo, ha un prezzo accessibile e conveniente, fornisce una sequenza video in alta definizione (Full HD), per ricostruire, con precisione, la dinamica del sinistro consentendo poi alle Compagnie Assicuratrici di attribuire le responsabilità a chi effettivamente ha cagionato il danno.

dvr con 1080p

immagine ripresa da una
Telecamera Difesa Automobista

foto ripresa action cam ridimensionata

immagine ripresa da una
Telecamera Difesa Motociclista

I dati raccolti dalla Telecamera Difesa Automobilista, grazie al software in dotazione consentono di ricostruire la dinamica di quanto accaduto, ottenendo utili informazioni sulla posizione del veicolo e sulle accelerazioni subite dal veicolo (per i modelli muniti di GPS logger e accelerometro).

immagine registrator viewer

Telecamera Difesa Automobilista è disponibile in una ampia gamma di modelli, con montaggio a parabrezza, sullo specchietto retrovisore interno, con una o più lenti, per adattarsi alle esigenze di tutti gli automobilisti, per i motociclisti è disponibile la gamma di Telecamera Difesa Motociclista.

Le dash cam Telecamera Difesa Automobilista e Motociclista sono importate e distribuite da Assistenza Video Auto tramite shop on line o vendita a domicilio con possibilità di prova, tutte con elevata risoluzione (Full HD e HD) per ottenere immagini nitide e precise.

Vuoi un esempio?

canale  Youtube Telecamera Difesa Automobilista (clicca qui)

Per maggiori informazioni visita il sito http://assistenzavideoauto.com

telecamere difesa automobilista

soluzioni per la sicurezza di chi guida

Share.

About Author

Appassionato del proprio lavoro, opera per la prevenzione e la sicurezza stradale da oltre un decennio. Convinto sostenitore della necessità di aiutare i conducenti prudenti a tutelarsi da quelli che credono di essere gli unici sulla strada e che non sanno cosa siano le regole ...

Leave A Reply

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi