Prova telecamera specchietto HY1009

0

Provata per VOI:

Telecamera Difesa Automobilista mod. HY1009

in anteprima la nuova telecamera specchietto

dash cam specchietto HY1009

dash cam specchietto Telecamera Difesa Automobilista mod. HY1009

 

Dopo aver analizzato nelle settimane scorse il modello HY1002, viene pubblicata la prova completa della nuova telecamera specchietto HY1009, commercializzata da pochi giorni in Italia da Assistenza Video Auto (https://assistenzavideoauto.com); vi svelo le qualità, le caratteristiche ed i punti critici di questo nuovo modello, che rappresenta un prodotto di fascia premium (fascia medio-alta) nel mondo delle telecamere specchietto per veicoli.
Cercherò di illustrare in modo semplice pregi e difetti di questa dash cam doppia.

Caratteristiche principali:

  • dimensioni: 32,5 x 8,5 x 1,6 cm (L x H x P) – obiettivo di lunghezza 3,6 cm
  • peso: 290 grammi
  • risoluzione video: alta definizione Full HD/HD anteriore
  • risoluzione video: 480p posteriore
  • obiettivo grandangolare 155°
  • foto con risoluzione max. 12 Megapixel
  • display LCD 5″
  • fissaggio con supporti elastici sopra lo specchietto originale
  • telecamera posteriore
  • prezzo: da comunicare (presumibile fascia 180-200 €)

Caratteristiche:

per chi è adatta

Questo modello di telecamera specchietto è adatto per chi:

  • non vuole dashcam fissate sul parabrezza tramite ventosa o biadesivo, perchè vuole mantenere il parabrezza “pulito”
  • ha uno specchietto rigido (cioè per spostarlo e regolarlo è necessario un certo sforzo) e ha spazi laterale e superiore disponibili
  • vuole che la telecamera sia poco visibile (se lo specchietto retrovisore originario ha il guscio esterno di colore nero è quasi invisibile)
  • non ha necessità di scaricare spesso i filmati, poichè in tutti i modelli a specchietto per accedere ai filmati è necessario sganciare i supporti elastici dallo specchietto, smontare la telecamera e collegarla ad un computer (oppure sfilare semplicemente la scheda di memoria)
  • vuole anche poter registrare quanto accade a retro del veicolo
  • vuole un ausilio nelle manovre di retromarcia, potendo verificare cosa c’è dietro al veicolo
  • guida veicoli con specchio interno facoltativo (lo specchio senza visibilità verso la parte retrostante del veicolo)

confezione

La telecamera specchietto è inserita in una scatola di colore bianco, ben costruita, con apertura laterale con magnete di blocco ma senza particolari loghi o scritte, ad eccezione di quelle dell’importatore contenenti i dati (S/N, modello, …). All’interno della confezione sono presenti delle protezioni antiurto, a salvaguardia dello specchietto, e nella parte sottostante sono stati posizionati gli accessori: un cavo di alimentazione con spinotto per prese accendisigari, un cavo USB per collegare la telecamera al computer, i supporti elastici per fissare la telecamera allo specchio retrovisore originario, la telecamera posteriore ed il relativo cavo di collegamento ed alimentazione. Il manuale di uso e manutenzione è in lingua italiana, realizzato con cura e precisione: già questo è una rarità, che distingue un venditore professionale italiano come Assistenza Video Auto rispetto ad altri che si trovano su siti generici come Amazon ed Ebay (provate a digitare “dashcam amazon” o “dashcam ebay” …), dove chi vende è un venditore generico ed il manuale, se presente, è un foglio piegato ed è scritto solo in inglese o cinese e la garanzia sul prodotto è difficilmente applicabile essendo il venditore il più delle volte straniero. In questo caso, le istruzioni del manuale, così come le altre informazioni, sono riportate in modo chiaro e facilmente comprensibili, avendo la garanzia di un venditore italiano.

telecamera a specchietto HY1009 nella sua scatola

telecamera specchietto HY1009 imballaggio

 

 

telecamera specchietto HY1009 nella sua scatola

telecamera specchietto HY1009 nella sua scatola

 

aspetto e qualità dei materiali

La telecamera specchietto si presenta con uno specchio azzuratto antiriflesso dove spicca il riquadro da ben 5 pollici, in formato 16:9 del display LCD. L’involucro posteriore è in materiale plastico nero lucido, di buona fattura, con la presenza di finiture simil cromo e piccole griglie di aerazione (per favorire la dissipazione del calore generato dai componenti interni), che dimostra una certa cura nell’assemblaggio. L’assemblaggio dello specchietto è ottenuto senza viti a vista (solo 2 viti sono presenti, peraltro ben nascoste).
Piacevole alla vista la finitura simil cromo del contorno dello specchio che conferisce un tocco di eleganza in più a questa telecamera auto dvr.
La parte frontale è dominata completamente dallo specchio, con i pulsanti di comando incassati nella parte inferiore, così da renderli “quasi” invisibili”.

Nel complesso la finitura della telecamera è più che buona.

telecamera a specchietto HY1009 dual camera-frontale

telecamera specchietto HY1009 dual camera-frontale

 

telecamera a specchietto HY1009-posteriore

telecamera specchietto HY1009-posteriore

 

dimensioni e montaggio

Questa telecamera specchietto è adatta per i veicoli che dispongono di uno spazio minimo tra specchio originale e tetto del veicolo (di solito 4-5 cm, necessari per far passare e inserire i cavi di alimentazione delle telecamere), oltre che laterale (cioè deve essere disponibile uno spazio libero a sinistra dello specchietto originale dove posizionare l’obiettivo, solitamento 6-8 cm). Essendo fissata allo specchio retrovisore tramite dei supporti elastici, è necessario anche che lo spessore dello specchio originale non sia superiore solitamente a 4 cm (non adatto ad es. per gli specchi retrovisori che incorporano i dispositivi elettronici automatici antiriflesso), per non sollecitare eccessivamente (e quindi rompere) i supporti; lo specchietto infine deve essere “rigido”, per non inclinarsi per effetto del peso della telecamera. Date le dimensioni questo modello va bene per veicoli con parabrezza non piccolo (es. coupè, cabrio, …).

qualità dei filmati

Questa dashcam monta il chipset Novatek NTK96655, un processore 32 bit high performance abbinato ad un sensore CMOS OmniVision OV2710. Si tratta di componenti disponibili sul mercato da qualche anno, con buone prestazioni, che garantiscono una risoluzione Full HD 1080p a 30 fotogrammi al secondo. La seconda telecamera, che non è obbligatorio montare, prevede invece una risoluzione a 480p, sufficiente per riprendere quanto accade (per ricostruire la dinamica ad es. di un incidente) ma poco adatta per leggere una targa a causa della bassa risoluzione. Il risultato in Full HD del duo NTK96655-OV2710 è buono, come si potrà vedere nei filmati seguenti; volendo essere proprio molto pignoli,  zoomando sul singolo frame è presente una minore precisione nei dettagli rispetto al sensore OV4689 della stessa famiglia (solitamente abbinato ai processori Ambarella di fascia alta e NTK96650).

Presente la funzione WDR che migliora la chiarezza delle immagini in caso di condizione di luce “difficile”, quali forti contrasti chiaro/scuro.

Da segnalare, come nota positiva, il generoso angolo di ripresa di 155° (il modello HY1002, già più che buono, raggiungeva 150°), che garantisce una visione maggiore della strada rispetto alla concorrenza (solitamente limitata a 120°); un maggiore angolo garantisce una copertura maggiore nelle fasce laterali, dove è maggiore il rischio di incidente. La distorsione delle immagini dovuta al grandangolo (c.d. effetto “fisheye”) risulta poco invasiva e tale da garantire buone immagini.

Ho riportato alcuni video di breve durata per mostrare come si comporta “realmente” questa telecamera da auto (dash cam doppia): le prove si sono svolte tra l’altro con condizioni meteo tipicamente invernali (cielo coperto, pioggia, nebbia, …) che rappresentano delle situazioni ben differenti da una giornata di sole dove anche le peggiori dashcam sembrano quasi perfette … Ma veniamo al modello HY1009 del test …

I video diurni presentano una buona nitidezza in qualità Full HD: i movimenti appaiono lineari, idonei per ricostruire, ad esempio in caso di incidente, i movimenti della controparte. Con un fermo immagine, zoomando in avvicinamento (4x) con programmi dedicati, determinati oggetti a 15-20 metri appaiono leggermente disturbati (ma è pur vero che, in caso di incidente, il veicolo di controparte si trova a qualche metro dalla telecamera, perchè avrà colpito l’auto … dunque non è un problema se si pensa che con un video analogico o digitale di bassa qualità si otterrebbero immagini sgranate).

qualità reale di un video risoluzione Full HD (ripresa diurna)

I video notturni, come accade su tutte le telecamere, presentano invece una minore nitidezza: l’effetto è comune a tutte le dashcam, dovendo lavorare in condizioni di luce “difficile”, con forti contrasti di chiaro/scuro (fari dell’auto). La presenza della funzione WDR (Wide Dinamyc Range) consente di migliorare la qulità delle immagini riprese per ottenere un risultato discreto; in ogni momento comunque è sempre visibile e percepibile la segnaletica stradale presente (orizzontale, verticale, luminosa, …). La telecamera posteriore, in base alla posizione di montaggio, alla curvatura del lunotto, presenta una qualità in modalità notturna fortemente influenzata dalla luminosità dell’ambiente.

qualità reale di un video risoluzione Full HD (ripresa serale)

qualità delle foto

Questa telecamera specchietto da auto si trasforma anche in una una fotocamera digitale: può essere utilizzata per scattare delle fotografie. Seppure non paragonabile per qualità e funzioni ad una fotocamera vera e propria, questa telecamera auto si dimostra valida, potendo immortalare eventi con risoluzione fino a 12 Megapixel, dunque con un livello di dettagli buono per immortalare dei particolari che possono essere importanti per dimostrare la propria ragione. Assente, come in quasi tutte le dashcam, una luce flash nel caso di ambiente scarsamente illuminato.

funzione Park Mode

Oltre al già citato obiettivo grandangolare, una novità interessante di questi ultimi mesi è rappresentata dalla funzione Park Mode (o Parking Monitor), da non confondersi con la funzione “motion detection”. Tramite questa funzione, attivabile o disattivabile dalle impostazioni, è possibile che la dashcam si attivi se il veicolo sulla quale è montata subisce un urto (tipico caso un colpo sul paraurti da parte di un altro veicolo in fase di parcheggio): in questo caso, anche se la telecamera a specchietto è spenta (purchè la batteria sia carica), a seguito del movimento repentino, si accende e registra quanto accade nel suo campo visivo, per poi spegnersi. Una funzione di questo tipo, assieme ad esempio al motion detection, consente un notevole risparmio di memoria, attivandosi solo quando serve.

L’OSD (On Screen Display), cioè il menu che compare sul display, è in lingua italiana e la comprensione è facile ed intuitiva e consente a tutti di poter personalizzare al meglio la propria dashcam.

telecamera posteriore

Il modello HY1009 prevede di serie una seconda telecamera posteriore con risoluzione 720x480p, più che sufficiente per registrare quanto accade a retro del veicolo oppure da montare nell’abitacolo per sorvegliare ad esempio i bambini senza dover distogliere lo sguardo dalla guida. E’ possibile anche non montare questa telecamera, essendo indipendente da quella frontale eccetto per il cavo di alimentazione.

telecamera posteriore per dashcam HY1002

telecamera posteriore per dashcam HY1009

 

La seconda telecamera viene alimentata ed invia le immagini allo specchietto tramite un cavo da far passare sotto il rivestimento del tetto oppure sfruttando lo spazio sotto le guarnizioni delle portiere.
Sull’ampio display è possibile poi scegliere quale ripresa vedere “in live”: anteriore e miniatura della posteriore (modalità c.d. “picture in picture”), solo anteriore, solo posteriore.

qualità reale di un video ripreso con la telecamera posteriore (ripresa diurna)

montaggio

Per questa tipologia di telecamera specchietto il montaggio avviene inserendo un’estremità degli elastici nei 2 ganci superiori in plastica dello specchietto, posando poi al telecamera sopra lo specchietto retrovisore originale avendo cura di lasciare spazio a sinistra per l’obiettivo e agganciando la parte inferiore degli elastici ai 2 ganci inferiori in plastica della telecamera. Si regola poi lo specchietto in modo da garantire un’adeguata visibilità posteriore, si alimenta la telecamera attraverso la presa accendisigari e, a display acceso, si regola il campo visivo muovendo l’obiettivo; con scheda di memoria inserita, quando la telecamera a specchietto viene alimentata, la registrazione si avvia automaticamente.

Un consiglio: è consigliabile far passare il cavo lungo il parabrezza, farlo passare nel coprimontante e farlo scendere fino a raggiungere la presa accendisigari, per nasconderlo alla vista e rendere piacevolmente pulito l’abitacolo del veicolo. Se la lunghezza del cavo non fosse sufficiente è consigliabile utilizzare una centralina per dashcam o farsi installare una presa 12 V aggiuntiva dal proprio elettrauto.

manuale di uso e manutenzione

Una lode va spezzata per il manuale di uso e manutenzione che accompagna questo modello: in formato A5 (21 cm x 15 cm), trova facilmente posto nel cassettino portaoggetti del veicolo. Realizzato con cura, stampato con caratteri sufficientemente grandi e scritto in un linguaggio chiaro e semplice (si nota subito che non è una semplice traduzione dall’inglese ma frutto di un attento ed accurato sviluppo ed adattamento) contiene tutte le informazioni necessarie per utilizzare e mantenere al meglio questa dashcam, così come la manutenzione da rispettare per mantenere sempre efficiente la telecamera.

riproduzione dei video

La riproduzione dei filmati può avvenire in diversi modi: direttamente dal display della telecamera (da ben 5″), sfilando la scheda di memoria (microSD) oppure tramite collegamento ad un computer utilizzando il cavo USB in dotazione. Per il programma consiglio il classico Windows Media Player od anche altri programmi dedicati, come il gratuito Registrator Viewer, scaricabile anche dal sito di Assistenza Video Auto.

Con computer recenti (diciamo con almeno 2 GB di memoria RAM ed una scheda video dedicata da almeno 1 GB) la visione appare fluida, senza interruzioni o scatti.

ricambi

Assistenza Video Auto è tra le poche imprese (se non l’unica) nel settore delle dashcam che offre un magazzino ricambi per i propri modelli di telecamere: per il modello HY1009 sono disponibili, come ricambi, l’alimentatore (ideale nel caso di utilizzo della telecamera su più veicoli), i supporti elastici, il cavo USB …

prezzo al pubblico

Al momento del nostro test a gennaio 2016 il prezzo non era ancora comunicato: per la qualità e le caratteristiche è ipotizzabile un prezzo di mercato di poco meno di 200 Euro, salvo eventuali promozioni in fase di lancio del prodotto.

Cosa manca:

In questo modello non è disponibile il gps logger per tenere traccia (geolocalizzazione) degli spostamenti durante la registrazione video, seppure sia presente la porta. Sicuramente se fosse stato disponibile sarebbe stato un punto in più a favore ma la presenza di un ulteriore cavo da collegare direttamente alla telecamera avrebbe rovinato l’estetica, oltre che complicare il montaggio della stessa. E’ pur vero che oggi ormai tutti dispongono di uno smartphone con il gps, dunque non appare più così essenziale …

Il nostro Giudizio Finale:

Il modello HY1009 è una telecamera specchietto di tipo tradizionale: non sfigura se montata in una berlina di lusso così come ben si adatta alla piccola utilitaria, con una forma e dimensioni generose, appagante con le finiture simil cromo ed adatta per parabrezza ampi.
La parte interna (chipset + sensore CMOS) è affidabile, prodotta da fabbricanti leader del settore, con il vantaggio dell’obiettivo grandangolare da 155°, ben superiore allo standard in uso per i modelli a specchio.
La risoluzione video in Full HD è buona, così come utile la telecamera posteriore, anche se la risoluzione è limitata a 480p.
Ben fatto ed esteticamente gradevole il guscio esterno in plastica rigida, così come le finiture e l’assenza di viti a vista.
Altra piacevole novità la funzione Park Mode che consente di tutelare ulteriormente il veicolo in caso di sosta, senza essere per forza costretti a lasciare accessa ed in funzione la telecamera.

Il nostro giudizio (1-10, con 1=pessimo; 10=eccezionale):

estetica:  8

tecnologia: 7 1/2

facilità di montaggio: 8

facilità d’uso: 8

novità: 8

prezzo: 8 1/2

giudizio globale: 8

telecamera a specchietto mod. HY1009 giudizio finale positivo

telecamera specchietto HY1009: giudizio finale positivo

 

Vuoi acquistare una dashcam mod. HY1009? Clicca qui.

Share.

About Author

Appassionato del proprio lavoro, opera per la prevenzione e la sicurezza stradale da oltre un decennio. Convinto sostenitore della necessità di aiutare i conducenti prudenti a tutelarsi da quelli che credono di essere gli unici sulla strada e che non sanno cosa siano le regole ...

Leave A Reply